Loading...

EduCARE

Consumo responsabile sulla mobilità

Avanzato
 Gioca   |     Dacci la tua opinione!    |    Riprodurre l’audio
  VIDEO




Consumo responsabile sulla mobilitàLeggi tutto  



Introduzione:

Il consumo responsabile, riferito ai comportamenti che si adottano in relazione alla mobilità, significa conoscere l’impatto del proprio comportamento quotidiano sul proprio benessere, su quello collettivo e sull’ambiente, e di conseguenza imparare ad assumere comportamenti responsabili e sostenibili, come cambiare il proprio stile di vita utilizzando le risorse disponibili in modo efficiente. L’aumento dell’inquinamento acustico nelle città, la contaminazione del suolo e dell’aria con sostanze tossiche e lo spreco di risorse materiali ed energetiche stanno spingendo le persone verso nuovi comportamenti sempre più attenti alla sostenibilità e alla circolarità soprattutto nella scelta della mobilità. I consumatori, in particolare le giovani generazioni, stanno prestando sempre più attenzione alle questioni che riguardano il futuro del pianeta e sono il vero motore della sostenibilità attraverso scelte di stile di vita, abitudini e comportamenti dei consumatori, hanno il potere di guidare il mercato dal basso verso l’alto e, più in generale, creare un contesto sociale favorevole alle azioni per salvaguardare il nostro pianeta.

Contenuti:

I crescenti movimenti ambientalisti hanno portato l’attenzione sul tema delle emissioni e delle auto elettriche. Nel frattempo, molti consumatori, in generale gli individui, stanno discutendo e riflettendo sull’effettivo bisogno di acquistare un’auto a causa dell’interruzione digitale causata dai servizi di ridesharing.
Stanno emergendo nuove tendenze, tra cui gli OEM di micro-mobilità che passano alle vendite dirette al consumatore piuttosto che al B2B, come gli e-scooter, le e-bike, ecc.
È probabile che i viaggi siano influenzati da diverse tendenze di mobilità più ampie, tra cui adeguamenti alla frequenza e alla modalità di viaggio. Alcune delle nuove tendenze dei consumatori in materia di mobilità saranno:
Un impegno crescente per la sostenibilità. Per combattere i cambiamenti climatici, i governi stanno intensificando i loro sforzi normativi, attuando prelievi sul carbonio e vietando i voli a corto raggio. Le imprese hanno fissato obiettivi elevati per ridurre i loro effetti negativi sull’ambiente e i consumatori sono anche alla ricerca di metodi per viaggiare meno e abbracciare modalità di trasporto più rispettose dell’ambiente. 

Cambiare le abitudini di lavoro. Molti dei nuovi metodi operativi della pandemia probabilmente resteranno, almeno in parte. Molti lavoratori prevedono che continueranno a lavorare da casa, e che lo faranno più frequentemente di prima dell’epidemia a causa di tecnologie come riunioni virtuali e conferenze a distanza.
Inoltre, coloro che si spostano per lavorare a piedi o in bicicletta hanno uno stile di vita più sano e combattono uno stile di vita sedentario e mantengono la loro forma fisica. Anche la tua salute mentale migliorerà parcheggiando l’auto nel garage. Il ciclismo allevia la tensione e gli individui che prendono i mezzi pubblici sono più a loro agio e hanno più tempo per leggere o interagire con gli altri. Inoltre, una varietà di disturbi cronici può essere causata dall’inquinamento che le auto della nostra città emettono. In realtà, guidare la propria auto in città è dieci volte meno sicuro per miglio rispetto all’utilizzo di mezzi pubblici sostenibili.
Utilizzando il trasporto pubblico, i pendolari possono anche ridurre il rischio di incidenti di oltre il 90 %. Rappresenta 1,35 milioni di morti all’anno ed è la principale causa di mortalità per bambini e giovani adulti di età compresa tra 5 e 29 anni. Gli incidenti stradali causano ogni anno milioni di feriti e disabilità. La mobilità sostenibile dipende in gran parte dalla mobilità sicura. 

Buona prassi:

Coinvolgimento dei cittadini nella tassa di congestione della ZTL 

La cosiddetta “Area C” (nota anche come ZTL) di Milano conta 77.950 abitanti e occupa una superficie di 8,2 km², pari al 4,5 % del territorio complessivo del Comune di Milano. Le attività e i servizi che sono stati istituiti conferiscono alla regione un fascino eccezionale. Durante le ore diurne, ci sono una media di 39.000 persone per chilometro quadrato, con un picco di circa 140.000 persone per chilometro quadrato nel centro storico.
Questa eccellente pratica riguarda l’attuazione di una tassa di congestione, che ha dimostrato un ottimo progetto partecipativo che coinvolge l’intera popolazione locale e ha ottenuto ottimi risultati in termini di riduzione del traffico, maggiore sicurezza e diminuzione dell’inquinamento in tutta l’area e nelle aree circostanti.

Amadora, Portogallo, è stata finalista per il premio European Mobility Week 2021, sponsorizzato dalla Commissione europea. Questa città dell’area di Lisbona di oltre 170.000 persone è stata riconosciuta come meritevole dell’onore di mettere in atto iniziative significative per rendere la città più verde e più sicura. In particolare, l’amministrazione di Amadora è stata in grado di stabilire piani di collaborazione promozionali con i commercianti vicini e coinvolgere tutte le fasce di età in attività di mobilità sostenibile come tour in bicicletta e test di auto elettriche. Il riconoscimento da parte della Commissione Europea metti in luce implicitamente la volontà del Portogallo di incitare e promuovere l’uso delle due ruote e del turismo sostenibile.

Sfide presenti e future:

La triplice crisi planetaria dei cambiamenti climatici, la perdita di biodiversità e l’inquinamento sono tutti causati da modelli insostenibili di produzione e consumo. Il benessere delle persone e il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile sono minacciati da queste crisi e dal conseguente degrado ambientale. Per aumentare l’efficienza delle risorse, ridurre gli sprechi e l’inquinamento e creare una nuova economia circolare, i governi e tutti i cittadini dovrebbero collaborare. Le aspettative dei consumatori per i loro viaggi, e le modalità di trasporto che intendono impiegare, variano a seconda della nazione.

Un sondaggio BCG ha mostrato che, sulla base delle aspettative di viaggio dei consumatori e della popolarità di vari modi di trasporto, si sono sviluppate quattro possibilità (la pandemia accelera le tendenze, la pandemia provoca il declino della domanda, i responsabili politici reimmaginano il futuro, i consumatori tornano alle abitudini prepandemiche) per il futuro dei viaggi in Europa. Entro il 2025, i chilometri percorsi dai passeggeri supereranno i livelli del 2019 se il tasso di crescita manterrà il suo andamento pre-epidemico. La ripresa dei volumi sarà più lunga se le nuove tendenze dei consumatori prenderanno piede e si affermeranno. I produttori di automobili, le compagnie ferroviarie e le compagnie aeree devono essere preparati a tutte le eventualità. La loro sopravvivenza e il loro successo dipenderanno dalla capacità di anticipare le nuove richieste e di rispondere alle esigenze dei consumatori.



Il peso dell’economia nella mobilitàLeggi tutto  



Introduzione:

Le parti interessate dei trasporti di solito si concentrano sui prezzi degli utenti e sui bassi costi di produzione per aumentare la competitività, senza tenere conto del fatto che la riduzione dei costi aumenta la domanda di trasporto, causando impatti ambientali negativi e carenze di infrastrutture/congestione, a seconda della regione.
Una soluzione a questo problema è investire in eco-innovazione nel settore dei trasporti, che producono benefici economici a lungo termine che superano il peso delle perdite a breve termine. Inoltre, dal punto di vista macroeconomico, l'ecoinnovazione può anche contribuire ad alleviare i fallimenti del mercato. Per questo motivo, nel valutare gli impatti economici della mobilità sostenibile è necessario allontanarsi dall'approccio unidimensionale comune (la prospettiva dell'utente) e introdurre prospettive multiple (ad esempio, la macroeconomia, la distribuzione degli impatti tra i gruppi sociali o tra le regioni, la competitività globale).

Impatto/Benefici:

Per facilitare un'introduzione efficace e sostenibile dei comuni di ecoinnovazione dovrebbe adottare un piano di mobilità urbana sostenibile. Sumps sono iniziative promosse dalla Commissione europea come un nuovo concetto di pianificazione in grado di affrontare le sfide legate ai trasporti per raggiungere gli obiettivi dell'UE in materia di clima ed energia e creare un sistema di trasporto più sostenibile.
Gli aspetti economici della mobilità sostenibile sono indubbiamente rilevanti per fare scelte politiche e un SUMP può produrre benefici economici concreti; ad esempio, migliora l' efficienza e l'efficacia in termini di costi del sistema di trasporto.L'efficacia dei costi può essere calcolata misurando la quantità di denaro speso per risparmiare CO2 e gli investimenti necessari per la misura di ciascun SUMP attuata.

Le attuali analisi economiche si concentrano principalmente su:

- Analisi costi-benefici (CBA), che genera il maggiore impatto sugli utenti (risparmio di tempo o variazioni dei costi dovuti alle tasse pagate dagli utenti dei trasporti)
- Costo totale di proprietà (TCO) di possedere e utilizzare un veicolo, che di solito stima l'equilibrio tra l'aumento dei costi di investimento e la diminuzione dei costi energetici dal punto di vista dell'utente.

Si dovrebbe mettere in discussione l'ipotesi comune che la prospettiva degli utenti sia la base globale per l'elaborazione delle politiche in materia di mobilità sostenibile. Nell'analizzare gli impatti economici dovrebbero essere prese in considerazione ulteriori dimensioni (settoriale, macroeconomia, sociale, distributivo, autorità e governo).

Buona prassi:

Bicipolitana di Pesaro

La Bicipolitana è un'iniziativa sviluppata nella città di Pesaro (IT) nell'ambito di un Piano di Mobilità Urbana Sostenibile. Si riferisce a una metropolitana sotterranea che utilizza le biciclette come auto e biciclette come rotaie. Il sistema utilizzato è comune alle metropolitane di tutto il mondo. Diverse regioni della città sono collegate da linee (giallo, rosso, verde, arancione, ecc.), che consentono di viaggiare rapidamente senza spendere soldi, causando inquinamento o aggiungendo stress. La Bicipolitana è in costruzione; alcune linee sono già state costruite, altre saranno completate presto, e altre richiederanno più tempo.
Progetto FREVUE: soluzioni per il trasporto urbano di merci senza emissioni.
Se vogliamo che il centro città continui ad essere una destinazione attraente per lo shopping, dobbiamo pensare di spedire un sacco di prodotti a negozi, boutique e negozi di alimentari. Pertanto, occorre trovare soluzioni per la distribuzione delle merci nelle città prive di emissioni. Il progetto FREVUE, finanziato dall’UE, ha testato più di 70 veicoli elettrici di varie dimensioni in diversi ambienti urbani in tutta Europa. I veicoli elettrici, che vanno da 3,5 tonnellate a 19 tonnellate, operano in condizioni reali e vengono utilizzati per consegnare bevande, pacchi, posta e altri prodotti. Secondo le relazioni specifiche di questo progetto, se Londra elettrificasse il 10 % della sua flotta di consegna merci entro il 2021, il capitale potrebbe risparmiare più di 1 miliardo di euro.

Sfide presenti e future:

Il traffico passeggeri si avvicinerà a 80.000 miliardi di km passeggeri entro il 2030, con un aumento del 50 %, mentre il volume delle merci salirà del 70 % a livello globale.

La crisi legata alla pandemia di COVID-19 dovrebbe essere utilizzata come un’opportunità per accelerare la decarbonizzazione e la modernizzazione dell’intero sistema di trasporto e mobilità. Le transizioni verde e digitale dovrebbero rimodellare il settore, ridisegnare la connettività e rinvigorire l’economia. La Commissione riconosce che questa trasformazione, che deve essere socialmente giusta ed equa, non avverrà rapidamente e richiederà il pieno impegno e il sostegno di tutti gli attori dei trasporti, nonché un significativo aumento degli investimenti da parte del settore pubblico e privato che stimolerà la crescita. Il settore dei trasporti dovrebbe fungere da vetrina per l'ingegno e la tenacia europea, aprendo la strada alla ricerca, all’innovazione e all’imprenditorialità e guidando le due transizioni. Sia il Green New Deal che l'Agenda 2030 possono contribuire allo sviluppo di reti di trasporto più sostenibili. L’SDG 11.2 mira a fornire sistemi di trasporto sicuri, convenienti e sostenibili per tutti entro il 2030. A parte l’efficienza in termini di costi, il piano è quello di rendere i trasporti più sicuri e più accessibili per tutti, compresi i gruppi vulnerabili, migliorando i trasporti pubblici e la sicurezza stradale.



La mobilità e i cittadini, la società, la culturaLeggi tutto  



Introduzione:

Nel 1950, c’erano due città con una popolazione di oltre 10 milioni nel mondo. Secondo le stime, entro il 2030 ci saranno 53.
Queste megalopoli si stanno anche fondendo in megaregioni. Il Delta del fiume Pearl (regione di Hong Kong-Shenzhen-Guangzhou) in Cina ha una popolazione totale di 120 milioni di persone. E città come Tokyo, Istanbul, San Paolo, Delhi e New York City sono l'ancora per le megaregioni con popolazioni di decine di milioni.
Questa crescita porta sfide come l’espansione urbana. Le aree periferiche sono più economiche, quindi le persone che vivono lì tendono ad avere redditi più bassi. Ma i trasporti limitati possono rendere difficile per loro l’accesso ai posti di lavoro nel centro della città, aumentando la disuguaglianza di reddito. Più persone significano anche più veicoli e inquinamento, il che rende le città meno vivibili.

Impatto/Benefici:

1) Mobilità intelligente, economia forte: Gli effetti della mobilità sostenibile sullo sviluppo economico. Il trasporto sostenibile ha benefici economici significativi e adeguatamente dimostrati, come la creazione di nuove imprese locali, con benefici diretti sulle comunità locali.

2) stili di vita più sani e trasporti sostenibili. Per vivere uno stile di vita più sano, combattere uno stile di vita sedentario e mantenere la loro forma fisica, coloro che si spostano per lavorare a piedi o in bicicletta lo fanno. 

3) Mobilità eco-compatibile per proteggere l'ambiente.
Sviluppare piani urbani più verdi con un traffico meno inquinante può incoraggiare l'uso di spazi aperti in cui le attività all’aperto possono migliorare la qualità della vita sociale per i cittadini.

4) Riduzione dell’inquinamento acustico. Strade, ferrovie e aeroporti sono senza dubbio alcune delle maggiori fonti di fastidio quando si tratta di infrastrutture di trasporto che producono alti livelli di rumore. Sebbene riceva meno attenzione, l’inquinamento acustico ha una serie di effetti negativi sulla salute e sul benessere delle persone, tra cui problemi di sonno, pressione sanguigna elevata e condizioni cardiache.

5) Nuove opportunità di lavoro. Lo sviluppo del trasporto sostenibile è anche molto equo perché richiede l’esperienza di progettisti, innovatori, professionisti delle costruzioni, addetti alla manutenzione, conducenti, responsabili della sicurezza e molti altri individui con una vasta gamma di abilità.

Buona prassi:

Sviluppo di un centro di monitoraggio della mobilità per l'area metropolitana a Salonicco, Grecia
Tutti i comuni dell’area urbana di Salonicco, tra cui Salonicco, Kalamaria, Delta, Kordelio-Evosmos, Neapoli-Sykies, Pylaia-Chortiatis, Pavlos Melas e Ampelokipoi-Menemeni, hanno partecipato all’attuazione di questa buona pratica nella regione della Macedonia Centrale. Con una popolazione di 788,952 persone e un'area urbana di 111,703 km², Salonicco è la seconda città più grande della Grecia. Ci sono più di 777.544 veicoli in città, tra cui moto, grandi camion e automobili private.

15 minuti Città
La sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, è al suo secondo mandato ed è conosciuta in tutta Europa come un politico che promuove i trasporti attivi e scoraggia la guida. In realtà, la capitale francese sta investendo nel tessuto urbano per garantire che la maggior parte dei residenti della città possa accedere alle strutture di cui hanno bisogno — come negozi, parchi e scuole — entro un quarto d’ora dalle loro case. Trasformare questo in realtà richiede investimenti nel trasporto pubblico locale, nella costruzione di piste ciclabili e, nella visione parigina, anche introducendo limiti di velocità per le auto (a Parigi, non si può guidare più velocemente di 30 km/h sulla maggior parte delle strade urbane).

Sfide presenti e future:

Al fine di rispondere alle esigenze umane oggi senza sacrificare quelle delle generazioni future, il processo sociale di sviluppo sostenibile integra obiettivi sociali, economici e ambientali. 

Nel tentativo di aumentare l’efficienza, l’industria dei trasporti sta attraversando una rivoluzione completa. Questo sviluppo ha importanti ramificazioni economiche e sociali. Tuttavia, gli utenti, i decisori e le imprese si trovano di fronte all’incertezza a causa dei progressi nella tecnologia e nella mobilità. Di conseguenza, è fondamentale esaminare la tecnologia e i modelli che li circondano al fine di ottenere una comprensione di base delle nuove funzioni e dei benefici sociali che potrebbero cambiare in meglio le attuali tendenze di mobilità. 

Tuttavia, a causa dell’inquinamento, della congestione del traffico e della disuguaglianza socioeconomica, la mobilità come la conosciamo ora ha effetti negativi sul riscaldamento globale e sulla salute.
In pratica, i viaggi su strada sono la fonte principale del 14 % delle emissioni globali di gas serra, con questo numero che sale dal 25 % al 27 % nei paesi ricchi. 
I ricercatori stanno cercando di trovare nuove soluzioni di mobilità, cambiamenti comportamentali sociali, veicoli autonomi, nuove leggi e alternative alla motorizzazione per affrontare questi problemi.



Sostenibilità ambientale nella mobilitàLeggi tutto  



Introduzione:

Dove il trasporto è spesso dato come servizio, le città mirano a offrire mobilità digitale, pulita, intelligente, autonoma e multimodale con più spazi a piedi e in bicicletta.
In particolare, in questi spazi, le città dovrebbero prepararsi a perturbazioni significative. I taxi robotici, i droni passeggeri volanti, per i tunnel urbani-sotterranei, sono solo alcune delle innovazioni che potrebbero emergere nel futuro della mobilità. La centralità dell’utente è l’obiettivo principale di un cambiamento nelle dinamiche del trasporto urbano globale. L’elettrificazione, la guida autonoma, le infrastrutture intelligenti e connesse, la diversità modale e la mobilità integrata, resiliente, condivisa e sostenibile — alimentate da modelli di business dirompenti — promuoveranno la tendenza dei grandi cambiamenti nel modo in cui le persone si spostano nelle città nei prossimi dieci anni. Il 54 % dei dirigenti della città ha confessato in risposta a uno studio di ESI Thoughtlab che rivalutano la mobilità e i trasporti sulla scia dell'epidemia di COVID-19.

Impatto/Benefici:

Soluzioni innovative di trasporto urbano e pianificazione contribuiscono allo sviluppo di un futuro pratico, connesso, accessibile e sostenibile. Ecco alcuni dei vantaggi di più RC in mobilità: 

- Migliorare la qualità della vita riducendo al minimo l’impatto ambientale: A seguito della COVID-19, i nuovi modelli di mobilità, in particolare le versioni non motorizzate, sono ampiamente adottati.
 
- Ridurre il traffico e l’inquinamento atmosferico: Secondo una recente ricerca condotta da ESI ThoughtLab, le soluzioni di mobilità urbana intelligenti possono aiutare le città a ridurre la congestione del traffico. Gli investimenti in soluzioni di trasporto tecnologicamente avanzate devono essere al primo posto. La congestione, l’inquinamento atmosferico e i livelli di rumore saranno tutti ridotti a causa della condivisione delle corse e del calo del numero di veicoli privati sulla strada.

- Aumentare la convenienza del viaggiatore: Le soluzioni di mobilità smart-safe offrono servizi altamente automatizzati, integrati e basati sui dati che migliorano la vita degli individui. A causa di ciò, sono necessarie sofisticate funzioni di mobilità sicura che proteggono i dati degli utenti. 

- Diminuisce la frequenza degli incidenti e si salvano vite umane: Con una media di 3.700 morti al giorno, gli incidenti stradali causano la vita di quasi 1,35 milioni di persone all’anno. Il numero di vittime diminuirà man mano che la mobilità cambia. 

-Incoraggiare un uso più efficiente dello spazio pubblico perché meno corse significano meno automobili sulla strada e parcheggi. Di conseguenza, gli spazi possono essere utilizzati per l'interazione sociale, consentendo un maggiore utilizzo dello spazio pubblico.

Buona prassi:

MaxLupoSE: applicazione delle linee guida per la gestione della mobilità e la pianificazione del territorio in una rete di 12 città in Svezia. Questa buona pratica è stata attuata in dodici comuni, che rappresentano le città dal nord al sud della Svezia, tutte città di piccole e medie dimensioni. Si occupa dell'integrazione della gestione della mobilità nel processo di pianificazione, rappresentando un buon modo per migliorare la mobilità sostenibile e un approccio innovativo. MaxLupo spiega e fornisce esempi di politiche per integrare meglio il trasporto sostenibile con il processo di pianificazione del territorio e il modo per integrare meglio MM con la pianificazione del territorio. Ogni comune ha implementato uno o più principi riportati nelle linee guida MaxLupoSE.

Enel X: Indice della città circolare
Si tratta di un indicatore gratuito creato da Enel X in collaborazione con l’Università di Siena che è eccezionale sulla scena italiana perché si basa interamente su dati aperti. È in grado di valutare il livello di partenza della circolarità urbana di tutti i comuni italiani cercando di trovare il miglior equilibrio possibile tra la diversità presente sul territorio in termini di popolazione ed estensione territoriale. Il modello è stato sviluppato a seguito di un'ampia revisione degli Open Data provenienti da fonti nazionali, consentendo di ampliare lo studio fino a includere tutta l'Italia. Vengono esaminati quattro aspetti importanti per determinare quanto la città sia effettivamente  circolare: digitalizzazione, ambiente ed energia, trasporti e rifiuti.

Sfide presenti e future:

Si prevede che in generale le persone viaggeranno meno che in passato.

Nei quartieri comunitari, biciclette, scooter e persino a piedi diventeranno modi di trasporto più popolari. L’epidemia di coronavirus ha portato a un investimento senza precedenti nel ciclismo in tutta Europa, da Bucarest a Bruxelles e da Lisbona a Lione. Tra l'inizio dell'epidemia e l’ottobre 2020, sono stati installati 2.300 chilometri (1.400 miglia) di piste ciclabili aggiuntive. Più di 1 miliardo di euro sono stati investiti in infrastrutture legate alla bicicletta.
Inoltre, si prevede che i veicoli elettrici (EV) rappresenteranno circa il 32 % di tutte le nuove vendite di automobili a livello globale entro il 2030.
Il trasporto sostenibile è integrato in vari obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) e obiettivi nell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, compresi quelli connessi alla sicurezza alimentare, alla salute, all'energia, alla crescita economica, alle infrastrutture e alle città e agli insediamenti umani. Uno degli sviluppi più importanti del XXI secolo è l’urbanizzazione.
Più della metà della popolazione mondiale risiede già nelle città ed entro il 2050 tale numero dovrebbe salire al 70 %. Le città sono i motori delle economie regionali e nazionali perché sono i poli della prosperità in cui più dell'80 % di tutta l’attività economica si svolge in tutto il mondo. I grandi problemi sono causati anche dall'urbanizzazione.
Ci sono alcune questioni critiche che dovrebbero essere prese in considerazione per una efficace attuazione della mobilità sostenibile.



Come diventare un consumatore più responsabile in tema di mobilitàLeggi tutto  



Introduzione:

Le città guidano le economie locali e nazionali, come centri di prosperità dove si concentra oltre l'80 % dell'attività economica globale. Questo è il motivo per cui i cittadini delle aree urbane sono al centro del cambiamento e devono essere anche il target di riferimento sia per le politiche di sensibilizzazione che per il rafforzamento di forme di mobilità sostenibili.

- Per quanto riguarda il lato della domanda, è necessario rendere più efficiente il trasporto pubblico locale al fine di stimolare la domanda di mobilità sostenibile, ad esempio introducendo un bonus sugli abbonamenti, disincentivando l’uso dell’auto e creando piattaforme digitali per facilitare la pianificazione dei viaggi e la scelta dei mezzi di trasporto anche sulla base delle emissioni inquinanti e climatiche prodotte;

- Sul lato dell’offerta, gli strumenti includono maggiori finanziamenti per il trasporto pubblico locale (TPL), gli investimenti infrastrutturali (tram, metropolitane e ferrovie urbane) per aumentare l’offerta di percorsi ferroviari, nodi di trasporto rafforzati, piste ciclabili e percorsi pedonali.

Consigli e raccomandazioni:

Affinché ci sia una transizione ecologica nella società, è necessario che la politica affronti le seguenti questioni e indirizzi le sue scelte verso:

-    Progettazione di sistemi di trasporto pubblico efficaci, equi, sicuri e sicuri, integrati con Mobility-as-a-service (MaaS) e altre piattaforme

-    Adattamento all’innovazione e all’adozione dei veicoli (autonomo, connesso, elettrico, condiviso, dockless)

-    Elaborare politiche e strategie per promuovere il rispetto degli standard di qualità dell’aria e di altre misure sulla qualità della vita

-    Sviluppare partenariati pubblico-privato (PPP) e collaborare con gli istituti di conoscenza per affrontare le questioni relative alla qualità dell’aria, alla congestione del traffico e alla sostenibilità

-    Costruire infrastrutture sostenibili — fisiche e digitali — per sostenere soluzioni innovative di mobilità dei settori pubblico e privato

È inoltre di massima importanza che le politiche agiscano localmente, in tutto il mondo, allineandosi alle politiche europee e globali. Combinando la prospettiva globale e locale, i responsabili politici saranno in grado di apportare le necessarie modifiche al territorio che rappresentano in base alle specificità e alle caratteristiche di tale spazio.

A livello locale, abbiamo altri attori chiave in questa grande sfida e sono i cittadini. I cittadini possono contribuire attivamente ai progressi, ad esempio:

  • Ridurre l’uso dei veicoli a motore nella mobilità quotidiana

  • Cammina ogni giorno, per piacere e per fare shopping, per andare a studiare o a lavorare se è vicino o nel raggio di 1 o 2 km

  • Utilizzare la bicicletta, scooter o moto elettrica come alternativa all’auto

  • Scegli i mezzi pubblici per raggiungere il centro città e per lunghi viaggi

  • Pianifica i tuoi viaggi per ridurre le partenze e scegli il percorso più breve e veloce possibile 

  • Scopri la stampa in carbonio del mezzo di trasporto quando viaggi

  • Se avete bisogno di acquistare un veicolo, optare per un elettrico, ibrido, plug-in o idrogeno

  • Se avete intenzione di utilizzare il veicolo poco, prendere in considerazione l’utilizzo di servizi come taxi o VTC, o rideshare invece di acquistare un'auto.

  • Mantenere il veicolo nelle migliori condizioni meccaniche e controllare il gonfiaggio degli pneumatici

  • Riduce l’uso dell’aria condizionata, in quanto aumenta il consumo di carburante

  • Guidare in modo efficiente, senza grandi accelerazioni e frenate, a velocità moderata e costante

  • Scegli i biocarburanti rispetto ai combustibili fossili quando possibile





Area

Movilità

Livello

Avanzato

Parole chiave

Mobilità sostenibile — consumo responsabile — tendenze della mobilità — atteggiamento dei consumatori

Partners